Pagine

martedì 16 luglio 2013

Prima Colazione



Stamattina mi sono svegliata che ho ancora un occhio rosso. Congiuntivite o glaucoma? Dopo prenoto la visita oculistica naturalmente a pagamento, sperando che me la facciano in settimana perchè in queste condizioni non posso lavorare. Non ci riesco proprio, mi scoppia un mal di testa bestiale.
Prima colazione.
La mia colazione non è tale senza una tazza di té e un croissant. Adesso il té è bollente così comincio a mangiare la brioche, come sempre.    
Mangio.
E' da qualche tempo che mangio le cose senza guardarle in faccia. Una volta non era così, guardavo ogni singolo pezzetto di cibo prima di infilarlo in bocca. Forse ero più schizzinosa o forse mi sono abituata a fare più cose contemporaneamente... come ora che mangio la brioche e osservo gli oggetti che mi stanno davanti.
Davanti al mio naso c'è una mensolina bianca con una fila di oggetti buttati sopra. Naturalmente da me.
Numero 1: il rotolo Scottex quasi alla fine. C'è un puntino nero al centro della carta bianca. Perchè c'è quel puntino? L'ho fatto io o era già nell'albero che è servito a fare quella bella carta lì? Sarà mica la caccolina di una mosca entrata furtivamente in casa mia? Avrà pensato fosse carta igienica...
Poi c'è la scatola del té Lipton ma dentro ci sono le bustine di té Twinings gusto limone. Non lo compro più il té Lipton, le bustine sono troppo piccole e hanno quei due spaghi laterali che uno dei due si rompe sempre. Che nervi!
Al numero tre abbiamo la scatolina di acetone con dentro il flacone di acetone per togliere lo smalto alle unghie. Il nome mi fa sempre un po' ridere: ACETOLAN. 
Mi sembra un cognome veneto, del gaudente Veneto: Nemo ben Acetolan?
Scottex, Lipton e... A C E T O L A N ! Due nomi criptici e poi la boccata di acetone.
Ovviamente cosa viene dopo l'acetone? La boccetta di smalto per le unghie. Tutte le mattine la guardo e la trovo sempre più bella. Piccola, delicata, rosa.... Una signorina per bene.
Una volta le boccette le facevano molto più grandi poi han capito che metà smalto andava sprecato, seccato, buttato, e han fatto le boccette più piccole. Però i prezzi sono triplicati.
Il mio smalto è rosa antico perlato, molto fine. Sopra c'è scritto: N° 16  Baghdad.
Ma perchè l'hanno chiamato Baghdad? Con tutti i nomi che ci sono al mondo dovevano metterne uno che mi fa venire in mente le bombe? Perchè Baghdad? Cosa c'è di rosa antico perlato a Baghdad?
Prima o poi lo scoprirò, andiamo oltre.
Poco dopo Baghdad ci sono i campioncini di crema per il viso che mi hanno dato in farmacia. Due bustine piccole piccole che han fatto il giro di tutta la casa. Forse le ho messe lì per ricordarmi che le ho e se voglio le posso usare. Sono antirughe leviganti cosmopolite e poliglotte... Tutto il mondo le usa tranne me... Non posso buttarle! Sto solo aspettando l'occasione giusta...
Dietro i campioncini c'è un blister di Tachipirina Mille quasi alla frutta e anche quello è un bel problema.
Ma dove si buttano i blister vuoti? Dunque sono fatti di plastica e stagnola... o la stagnola finge di essere quello che non è? 
Per esempio qui davanti ho anche quattro bustine di Ketoprofene. Dove le butterò quando saranno vuote? Di cosa sono fatte? Plastica o tetrapak?
Indifferenziato e non se ne parla più.
"Apriamo il telegiornale con una notizia strepitosa: è stata finalmente individuata la tomba del leggendario faraone Ketoprofene detto il Guaritore!

E' da un po' che sto bevendo il mio té e non mi sono neanche accorta di averlo zuccherato.
Le cose che ho davanti mi stanno divertendo molto e mi stanno trasportando in una dimensione un po' bambina.
Ma mentre io sto qua a fare niente, c'è qualcuno che di mestiere inventa i nomi da dare alle cose: Chetodol, Toradol, Tachidol (rottamati da un bel pezzo), Matteo Renzi sindaco di Firenzi! A volte è proprio vero che nel nome di una persona c'è il suo destino.
I nomi che più mi hanno stupito, nell'arco di questa mia vita, sono stati quelli di Obama e Osama.
Due mondi opposti, due popoli completamente diversi e due capi con i nomi quasi identici: Obama-Osama. E per una strana combinazione spaziotemporale o forse divina, il regno di Osama si è concluso sotto il segno di Obama, come se l'uno dovesse per forza incontrare l'ombra del suo nome. Una grande metafora del dualismo che regna in tutte le forme di vita.
Ma il dualismo esiste veramente o dobbiamo credere solo in una forza, cioè il bene, come dice Florence Scovel Shinn?

Ok, il mio té è finito e ora devo sparecchiare.
Cari amici della mensola, è stato un vero piacere! 
Scottex, vecchio mio, anche stamattina ti sei salvato eh, non mi sono sbrodolata... E poi c'hai quel puntino nero che non mi piace proprio niente.

Aggiornamento del 16 agosto 2014

Ovviamente la situazione occhi e mal di testa è andata a peggiorare nonostante due visite oculistiche e rifacimento occhiali da vicino.
Finchè un giorno cominciano le nausee ed i crampi alla bocca dello stomaco. Non so perchè ma mi si accende una lampadina: NERVO VAGO.
"L'artrosi è una malattia degenerativa che può interessare la colonna vertebrale causando compressione ed irritazione dei tronchi nervosi che escono dal midollo spinale tra una vertebra e l'altra.
Il nervo vago è il decimo, il più lungo, il più ramificato dei nervi cranici. Esce dal midollo allungato, attraversa collo e torace, raggiunge l'addome e invia rami alla maggior parte degli organi del corpo umano.
Quando la funzionalità del nervo vago viene in qualche modo compromessa dalla presenza di un processo degenerativo articolare, come per esempio l'artrosi cervicale, può determinarsi una serie di sintomi che coinvolgono tutti i principali organi del corpo umano.
Ecco i sintomi imputabili al nervo vago compresso in zona cervicale:
nausea, acidità di stomaco, crampi al cardias (bocca dello stomaco) e del piloro (apertura che mette in comunicazione lo stomaco con l'intestino tenue), disturbi della deglutizione, ronzii auricolari, vertigini, dolori alla nuca, rigidità al collo, mal di testa (in realtà si tratta di dolore alle orbite perioculari e sommità del capo), disturbi alle braccia e alle spalle, sdoppiamento della vista e scotomi (lucciole, scintille, oscuramento parziale del campo visivo)."
Da fibrillazioneatriale.itforumfree.it




                                

4 commenti:

  1. anna grazie...sto leggendo i tuoi post passati..e sto piangendo di commozione nellaccorgermi di come tu abbia provato tutto ciò che sto provando io.da un anno vedo i sorci verdi x colpa di una sciatica a dir poco invalidante..anche io guardo chi cammina e mi domando se si rendono conto della fortuna che hanno.ho una famiglia meravigliosa ma mi rendo conto che nessuno di loro può capire fino in fondo COSA sto passando..anche io ringrazio quei rari giorni di sollievo dal dolore..quei gg in cui posso godermi mio marito o il mio cucciolo di due anni...
    grazie x il tuo blog.infinitamente.

    Elisa

    RispondiElimina
  2. In effetti questa "cosa" ti cambia la vita x sempre e viene da sorridere quando amici e parenti si lamentano x piccole magagne. Beati loro sempre e comumque, cosi' e' la vita.
    Che Dio ti guarisca presto.
    Grazie a te Elisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps se t va fammi sapere del tuo occhio...il caso vuole che, oltre che una 'sciatalgica cronica',io sia anche un'oculista ;-)....un abbraccione

      Elisa

      Elimina